Giuria /

Elenco dei commissari delle giurie

Concorso Pianistico Internazionale
"Città di Treviso"

L'11° Concorso Pianistico Internazionale “Città di Treviso” è organizzato dall’Accademia Musicale “Studio Musica” di Treviso allo scopo di valorizzare i giovani musicisti e di evidenziare il loro talento, arte e ispirazione, stimolando scambi culturali internazionali e promuovendo culturalmente e turisticamente il territorio.

29, 30 e 31 Marzo 2019

Scadenza iscrizioni: 3 marzo 2019

Robert Benz (Germania)
Robert Benz, pianista tedesco, inizia a studiare pianoforte all’età di quattro anni seguito dal padre.
Dopo aver studiato con Naoyuki Taneda all'Università di Musica Karlsruhe, dove si laurea anche in direzione d’orchestra, Robert Benz si perfeziona in pianoforte con Rosina Lhevinne e di Martin Canin presso la Juilliard School di New York.
Robert Benz è diventato famoso come vincitore del primo premio nel Concorso Pianistico Internazionale Busoni a Bolzano nel 1974 e nel Concorso Pianistico Internazionale Liszt-Bartòk a Budapest nel 1976.
Inizia un'intensa carriera concertistica sia in qualità di solista sia suonando con le migliori orchestre nel mondo.
Le sue registrazioni comprendono le 32 sonate per pianoforte di Beethoven, per l'etichetta Thorofon. Nel 1990 Robert Benz è diventa professore di pianoforte all'università di musica Mannheim (Germania). Decide di ritirarsi come solista e di concentrarsi sulla musica da camera.
Dal 1996 è il pianista del trio Bamberga ed ha eseguito e registrato la maggior parte del repertorio per pianoforte del trio.
Nel 2005 diventa direttore artistico del Concorso Internazionale per giovani musicisti di Ettlingen. Oggi Robert Benz gode di una reputazione internazionale come insegnante e partecipa regolarmente come membro di giuria in Concorsi Internazionali.

 
 

Franziska Lee Jee-Eun (Corea del Sud)
La pianista Franziska Lee, definita come "gioiello lirico" dalla stampa, è uno dei giovani musicisti di oggi. Nata a Seoul, Corea del Sud, ha iniziato i suoi studi con il Prof. HeeSung Joo al College of Music della Seoul National University e si è laureata con lode nel 2011. Nel 2011 è arrivata in Germania come borsista del German Academic Exchange Service (DAAD) per conseguire una laurea e un diploma solista con il Prof. Sontraud Speidel presso l'Università di Musica di Karlsruhe. Ha trovato ulteriore ispirazione con il Prof. Peter Lang del Mozarteum di Salisburgo, Austria. Franziska Lee ha vinto il primo premio in numerosi concorsi internazionali come il "Concorso pianistico internazionale di Corea del 2010", il concorso di Vienna "Prof. Dichler-Wettbewerb" e il “Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale Giovani Musicisti “Città di Treviso” (Italia). Ha ricevuto ulteriori premi e premi speciali nel 2012 al "Concorso internazionale di musica Euterpe", al "Concorso internazionale di Esecuzione della Pianistica Euterpe" e al "Concorso internazionale di musica" a Padova. Nel 2013 Lee vince il primo premio al "Dr. Hermann Büttner " concorso per pianoforte dell'Università di musica di Karlsruhe e nel 2016 al "Gran Premio Virtuoso International Music Competition" di Londra. Franziska Lee si esibisce in rinomate sale da concerto in tutta la Germania e in tutta Europa. Diversi impegni hanno portato la giovane artista a Minneapolis (USA) dove ha tenuto rappresentazioni per gli ospiti all’"International e-Piano MusikFest". Nel 2015 si è esibita come solista nel "Rising Stars" programma delle Università di musica di Karlsruhe, Friburgo e Stoccarda insieme con l'orchestra sinfonica polacca di Torun, diretta da Maciej Niesiolowksi. A questi concerti hanno fatto seguito i debutti con la Karlsruhe Chamber Orchestra, la Dortmunder Philharmoniker, la Deutsche Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz e la Philharmonie Baden-Baden, oltre ad impegni in radio e in produzioni di film. Nel 2018 il suo CD di debutto "L'HEURE EXQUISE" è stato pubblicato da Capriccio / Naxos. BBC London Radio, BR-Klassik, Deutschlandfunk Kultur, Kulturradio rbb e SWR2 hanno presentato e trasmesso questa registrazione. Dal 2017 insegna all'Università di Musica di Karlsruhe ed è regolarmente giurata presso "Jugend musiziert" / Germania e in concorsi internazionali.

 
 

Isabella Lo Porto (Italia)
Si è formata musicalmente al Conservatorio "F.E. Dall'Abaco" di Verona, dove si è diplomata brillantemente sotto la guida di Laura Palmieri. Nel 1985 ha conseguito il diploma d'Operatore Musicale alla Scuola di Musica di Fiesole. Si è perfezionata alla scuola di illustri concertisti quali Piero Guarino, Bruno Mezzena, in Italia e, con Fausto Zadra all'Ecole Internationale de Musique di Losanne, per quanto concerne il repertorio solistico.Cura, inoltre,con particolare interesse il pianoforte nella musica da camera e il duo pianistico per i quali ha seguito i corsi di Paolo Borciani e Dario De Rosa con lusinghiero successo. Classificatasi ai primi posti in numerosi concorsi nazionali ed internazionali sia come solista che in formazioni cameristiche, svolge da anni un'intensa attività concertistica in Italia e all'estero. Una tournée in Polonia l'ha portata ad esibirsi al Festival pianistico "F. Chopin" di Slupsk e all'Accademia di Koszalin, dove le sue esecuzioni sono state registrate per la radio e la televisione polacca. Ha registrato inoltre per la televisione di stato sovietica e slovena. Isabella Lo Porto ha iniziato la sua attività didattica giovanissima. Infatti, all'età di 17 anni è stata insegnante, e successivamente direttore dei corsi propedeutici Yamaha della sede di Verona. Dal 1984 è docente di pianoforte principale nei Conservatori Statali di Musica, attualmente è titolare di cattedra al Conservatorio "F.A. Bonporti" di Trento sezione staccata di Riva del Garda. Ha tenuto corsi di perfezionamento pianistico a Conegliano, Udine, Trieste, Nervi (Ge), ed è stata docente aggiunto all'Ecole Normale de musique "A. Cortot" di Parigi. E' spesso invitata a presiedere e a far parte di giurie in concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Nella sua attività didattica è stata innumerevoli volte premiata quale insegnante con il maggior numero d' allievi primi classificati. Sono più di 600 i premi conseguiti. Si è dedicata inoltre all'organizzazione d'attività culturali rivolte a promuovere giovani artisti. Infatti, è stata nel direttivo della sezione della G.M.I. (Giovent๠Musicale d'Italia) di Verona per oltre 10 anni. Ha collaborato con l'Autunno Musicale di Como nel 1985. E' stata nominata Direttore Artistico dell'Accademia "Musicale" di Castiglione delle Stiviere (MN), dell'Associazione Musicale "W.A.Mozart" di Valeggio sul Mincio (Vr) e della "Accademia Universo Arte" di Verona. E' stata Direttore Editoriale ed Artistico del Progetto " Antologia Sonora" un'iniziativa che intende promuovere giovani talenti attraverso la realizzazione e la distribuzione di un CD-Rom edito da Arti Grafiche Piana Editore. Responsabile artistica per l'Italia e membro ufficiale internazionale della "Gina Bachauer International Piano Foundation" di Salt Lake City - Utah (USA). Dal 2000 è Direttore Artistico dell'Associazione Culturale "Progetto Mikrokosmos" di Verona e dal 2011 è docente autorizzato ABRSM (Royal Academy of London).

 
 

Irene Russo (Italia)
Disco d’oro in Olanda nel 2012 per l’integrale pianistica di S. Ten Holt (Brilliant Classics), Irene Russo ha debuttato in pubblico a 16 anni con il concerto di Schumann.
Vincitrice di numerosi concorsi e premi internazionali (Clara Schumann Düsseldorf, ARD Monaco di Baviera, Martha Argerich Buenos Aires), è stata allieva di Lazar Berman e Alicia de Larrocha, tra gli altri. Solista ospite di rinomate orchestre tra cui: Netherlands Philarmonic Orchestra, Orchestre National des Pays de la Loire, Orchestra Sinfonica del Teatro San Carlo, Münchener Kammerorchester, Houston Orchestra, Düsseldorfer Symphoniker, Orchestra da Camera di Mantova, ha collaborato con direttori del calibro di: John Axelrod, Umberto Benedetti Michelangeli, Alexander Liebreich, Susanna Mälkki.
Ha suonato in tutte le principali sale da concerto tedesche sia come solista che con orchestra, registrando per le principali emittenti radio-televisive europee.
Nel 2008 ha ottenuto a New York il Dorothy MacKenzie International Piano Award.
Molti i festival pianistici e cameristici internazionali che l’hanno vista protagonista negli ultimi anni (La Roque d’Antheron, Schloss Elmau, Schumann Festival, Festival International de Marseille, Heidelberg, Beethoven Festival, Musica Viva Festival...).
Tiene regolarmente Masterclasses sia in Italia che all’estero (Ginevra, Utrecht, Helsinki, Treviso, Mantova, Todmoss).
Membro di giuria in concorsi pianistici internazionali ha insegnato pianoforte e musica da camera presso il Conservatorio Superiore Reale di Anversa, in Belgio, e attualmente ha una cattedra di pianoforte presso il prestigioso Conservatorio Superiore di Lovanio (LUCA School of Arts).

www.irenerusso.com

 
 

Alan Weiss (USA)
Alan Weiss è nato a New York in una famiglia ebrea di origine polacca/argentina. Visto come "uno dei migliori pianisti della sua generazione" dal leggendario pianista ceco Rudolf Firkusny, è "un poeta" nelle parole di "Le Soir di Bruxelles", il cui modo di suonare, come è stato notato dal Daily Telegraph di Londra, "penetra il cuore della musica ". "[Ha proiettato] un senso di linea che assomiglia per molti aspetti alla magia orchestrale di Furtwangler", ha scritto Spectator Online. Weiss è davvero un ritorno a un'età precedente di musicisti performanti liberi di pensare.
Il suo background è insolitamente vario, avendo iniziato i suoi studi con chitarra classica, ricevendo consigli e incoraggiamento, a partire dai dieci anni, da Andres Segovia. Il genio del Maestro Segovia ha lasciato il segno indelebile sul suo carattere musicale e sullo sviluppo artistico. David Saperton, l'illustre insegnante di Cherkassky, Katchen e Bolet; genero di Godowsky e assistente di Curtis al leggendario Josef Hofmann, servito in un punto cruciale nello sviluppo pianistico di Alan. Sotto la guida della profonda musicalità di Firkusny, ha conseguito un dottorato in Arti musicali presso la Juilliard School.
Nel 1974 Weiss fu invitato da Rudolf Serkin a partecipare al suo Marlboro Music Festival. L'anno seguente è stato vincitore del Concorso Pianistico di Naumburg nella Carnegie Hall. Nel 1978 è stato premiato con una medaglia d'argento nella competizione internazionale della Regina Elisabetta del Belgio, segnando in effetti l'inizio della sua carriera internazionale.
I concerti di musica da camera vedono esibizioni con musicisti così famosi come Rudolf Firkušný, Martha Argerich, Mischa Maisky, Ivry Gitlis, Pina Carmirelli, Dora Schwarzberg, Elmar Oliveira, Rafael Oleg, Alissa Margulis, Michael Flaksman e Mirel Iancovici. Le sue registrazioni di musica da solista e da camera sono apparse su Pavane, Vox, Phonic, D.G. e le etichette di Sony, e un cd di musica per pianoforte solo di Alkan per Fidelio è stato accolto come una delle grandi registrazioni di quel compositore. Più recenti registrazioni di musica solista di Alkan e Brahms sono apparse sull'etichetta Brilliant. E il suo ultimo progetto di straordinarie trascrizioni per pianoforte è stato appena pubblicato su un nuovo cd di UANA.
Weiss è professore di pianoforte al The Lemmens Institute di Leuven, in Belgio. Durante gli importanti incarichi di insegnamento, sia lì che al Conservatorio di Utrecht, suoi studenti sono stati Sergio Tiempo, Akane Sakai, Edna Stern, Eliane Reyes, Carl Vandoorne, Stefan Hofkes, Gerda Struhal, Lily Maisky, Jan Lust, Joris Lejeune, Akiko Sakuma, Sylvia Thereza, Maxim Bandurin, Rosalía Gomez Lasheras, Javier Rameix, Toru Oyama, Alexandros Sarakenidis, Ernst Munneke, Jeroen D'hoe (compositore) e Tom Beghin (fortepianista / musicologo) --- solo per citare alcuni tra molti musicisti di talento.
Negli ultimi anni, Weiss è stato invitato dalla sig.ra Argerich a partecipare ai suoi festival, offrendo spettacoli e masterclass che hanno generato entusiasmo reale e lodi critiche.